Madama Olivea – Un salotto creativo

AccessoriMadama Olivea – Un salotto creativo

Madama Olivea – Un salotto creativo

Mi chiamo Madama Olivea, speziale alla corte di Re Luigi XI, tra un decotto ed un infuso, mi sono ritrovata nelle stanze più meravigliose di Versailles, a portare ogni giorno, l’intruglio salvifico per Sua Maestà. Camminando tra le regie mura, ho visto cose preziose, toccato cose altresì proibite, che hanno acceso in me un forte desiderio di creazione. 

Voi però non ditelo a nessuno, io da sola ho iniziato a disegnarne di cose, perché di questi vecchi stracci sono stufa, e così dalla matita del ricettario con cui annoto ogni cosa, nascono figurini di ogni cosa, che raccontano di disegni, di mosaici, di costumi e di vestiti, come cappotti, giacche, gonne, cappelli, e di gioielli.

 
Da dove inizia la mia reale storia?

Certo è che questo è il mio primo blog spot !

Continuo a osservarlo mentre scrivo perché custodisce la prima tessera della mia storia e sono emozionata al pensiero di condividerla con voi.
 Adoro infatti pensare che il mio blog sia un vero e proprio salotto, dove racconto le mie passioni, i miei desideri, scambiare opinioni e ascoltare anche le vostre di storie. Così facendo, spero innanzitutto di poter ispirare numerose meravigliose donne ricordando loro che realizzare i propri desideri è possibile e di seguire e perseverare solo in ciò che veramente ci piace.


Allo stesso tempo, ho anche la possibilità di entrare nel vivo del mio lavoro e condividere spunti e suggerimenti sul mondo della libera professione, del personal branding, del mosaico e della moda. 
Scoprire, anche grazie a voi, nuovi luoghi da visitare. Adoro viaggiare e non solo!

La cucina è una delle altre mie passioni, sono sempre a caccia di ricette da sperimentare. In ultimo ma non meno importante, il mio interesse per l’astrologia e la ricerca spirituale, intesa come quella parte della vita che si rivolge alla ricerca dell’essenza delle cose.

Quindi…

Se vuoi scoprire come sono diventata Maestra Mosaicista e Artista dello Stile

• Se sei un’aspirante libera professionista e vuoi confrontarti


• Se vuoi dare e ricevere spunti sui temi descritti

…allora sei nel posto giusto! Per cominciare ti consiglio di metterti comoda, concederti qualche minuto di tranquillità, sorseggiando la tua tazza di té o il tuo cocktail preferito e …


Buona lettura!

Il Ponte – Dal Mosaico alla Moda

Alcuni di voi mi conoscono già, sono una maestra mosaicista diplomata alla Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo e unisco l’antica arte musiva con la moda.


Come?


Prima ancora di intraprendere la strada verso l’artigianato, mi sono formata come tecnico dei servizi turistici e commerciali, e contemporaneamente come barista per mantenere gli studi. 
Le altre mie grandi passioni sono la cucina, le lingue ed i viaggi.

A 19 anni mi sono iscritta all’Università di Udine, ho seguito i cosiddetti ‘passi giusti’: mi impegnavo per laurearmi, per trovare poi quel tipo di lavoro, mi adoperavo per avanzare nella mia crescita e sviluppare il mio valore.
 Ho fatto quello che mi aspettavo di fare, dopo gli studi liceali, ma durante il percorso, ho avvertito la sensazione di essere fuori rotta, e più cercavo di rimanere su quel binario, più sentivo di essere sul treno sbagliato. Ho continuato a frequentare le lezioni, l’ambiente, gli amici, ma oggi posso dire che era solo il mio modo di proteggermi dalla paura di seguire quella voce che tutti avvertiamo e che abbiamo dentro di noi. 
Alla fine resistere, rendeva solo le cose più difficili, così mi sono lasciata andare. Ho lasciato Udine, l’università, gli amici, gli studi fatti. 
Ho lasciato perché non vedevo una prospettiva appagante, ma una prospettiva di comodo, per me, lì. 
Ho lasciato perché anche se in superficie mi piaceva, in fondo non ero felice.

Ero così stufa di sentirmi così che quella voce era l’unica certezza, che poi ho seguito.
 E’ stato il mio passato percorso formativo mi ha spinto a tornare alla mia fonte, l’Arte. A 23 anni ho scelto di iscrivermi alla Scuola Mosaicisti del Friuli e ho trascorso i quattro anni successivi a Spilimbergo, una piccola città italiana per perfezionare e riprendere in mano le mia abilità creative e ho scoperto, attraverso un martello e delle pietre che potevo creare cose uniche nel loro genere, condividerne il valore e cosa più importante trasmettere un messaggio attraverso l’Arte.

Ho scoperto la ricetta della mia felicità!

Durante questa variopinta formazione nel mondo dell’artigianato, tra le pietre naturali e gli smalti veneziani, mi sono scoperta anche stilista in erba (molto in erba), ma partiamo dalla tessera, e pezzo dopo pezzo si scoprirà l’intero quadro. Fin da bambina ho coltivato varie forme di espressioni artistiche, quali il teatro e il ballo, ma è grazie alla recitazione che ho scoperto la passione per i costumi, gli accessori, gli stili, i tessuti, ed un pizzico di magia. 
Quella magia mi ha dato la spinta ad intraprendere la strada verso la libera professione, allo scopo di creare il mio personal brand.


Come sono arrivata a questa decisione ?

Mentre completavo gli studi musivi, mi sono chiesta cosa avrei fatto dopo, avrei cercato lavoro in una bottega artigiana, sarei andata all’estero a scovare opportunità o sarei rimasta qui a sperimentare, alla ricerca di una personale forma di fare mosaico, una mia strada?

Recitando e facendo mosaico. E’ unendo i pezzi, che ho iniziato a fantasticare come portare quest’arte nella moda. Immaginavo i costumi di scena, gli accessori, i colori, le forme, danzare sul palco e illuminare la scena, ed il pubblico essere invaso dalla forza del colore e dalla luce. I costumi brillare e il mosaico risplendere, per fondersi tutt’uno. Quello che ho fatto negli anni successivi alla formazione artigiana, è stato sperimentare ed esplorare questi due mondi e trovare un ponte, dall’interno verso l’esterno, per costruire la mia figura professionale, in linea con la mia essenza. Ma alcune domande hanno iniziato ad accompagnare le mie giornate, unite alla volontà di costruire la mia professione da zero, che avesse l’impronta della mia identità e personalità. Da dove partire? 
E’ forse tardi per reinventarmi? Quanto tempo passerà prima di sentirmi ‘sicura’?
 Mi dicevo e mi dicevo no per e su tutto. E cosa più frustrante non trovavo una risposta che mi desse una maggioranza tra le due parti.
 Ho pensato bene di trovare un modo di vedere la cosa ‘al di fuori’, da spettatrice e non da attrice, provando a sostituire i verbi fare e dovere, con desiderare ed essere.

Cosa desidero essere?
  Come desidero essere?
 Dove desidero essere?

Il 2020 è stato l’anno della svolta a queste domande, dandomi la forza di scegliere, di decidere e di vivere, in linea con la mia essenza. In una parola sola a cambiare, per crescere. Non sono di certo arrivata, anzi. Ma è straordinario poter vivere tutto questo e a distanza di tempo guardare indietro alle cose ed ai passi. Ho riscoperto una delle virtù più antiche, il coraggio. Conquistato un nuovo spazio personale e capito cosa voglio essere da grande! Ho finalmente dato voce al mio desiderio!

Il mio desiderio è aiutare le persone a riconoscere la propria unicità, a celebrare la propria identità e l’essenza della loro personalità, attraverso lo stile. Uno stile intimo, deciso, sensuale.

Creare assieme un oggetto, un accessorio, un capo. Che parla di te, così come sei, nel Mondo.


La nostra Unicità è il dono più prezioso che abbiamo e spetta a noi difenderlo, curarlo e condividerlo.

Lascia un commento!
Grazie per la tua gentile presenza,
Coucou

Post a comment