Stencilart

ArteStencilart

Stencilart

Oggi torno indietro, alla mia prima passione, il disegno a mano libera! E come non pensare subito allo stencil e ai pomeriggi che passavo da piccola a scarabocchiare sui muri, (senza che nessuno mi vedesse). Vi confesso che sono un po’ triste all’idea di scrivere questo ultimo articolo per il blog, ( è solo per un periodo), ma per questo motivo vi lascio una chicca con cui sbizzarrirsi! Da dove si parte? Facile, dalle mani e dalla fantasia!

Papà Bansky

Lo stencil è una maschera che permette di riprodurre le stesse forme, simboli o lettere in serie. La maschera è realizzata tramite il taglio di alcune sezioni della superficie di un apposito materiale (ad esempio un foglio di cartoncino) per formare un negativo fisico dell’immagine che si vuole creare. Applicando della vernice o del pittura sulla maschera, la forma ritagliata viene impressa sulla superficie retrostante lo stencil. In pratica, lo stencil è una maschera allo scopo di ricavare un profilo o una decorazione su una superficie in serie. Una tecnica quasi perfetta direte voi, ma l’unico limite dello stencil è il fatto che non permette la creazione di figure isolate all’interno dell’immagine. L’espediente a cui si deve ricorrere è l’uso di ponti che collegano la figura isolata al resto della maschera. Per creare immagini a più colori serve creare una maschera appositamente realizzata per ogni colore che si vuole utilizzare, applicandole in fasi successive sulla stessa superficie. Questa tecnica di stampa con stencil è chiamata ciclostile. A proposito di ‘ponti’, i suoi murales di critica politica e sociale sono apparsi su strade, mura e ponti di città in tutto il mondo. Sto parlando proprio di lui sì, Mr Bansky, il più noto street artist del nostro tempo. Lo stencil infatti è diventato uno strumento fondamentale della street art, un forte mezzo per esprimere la vera realtà di tutti i giorni, con messaggi brevi, semplici e diretti. In una parola sola è

la Verità dipinta su strada, e noi tutti ci camminiamo sopra

Perché così famoso? A mio parere è semplicemente un genio che ha trovato un modo semplice ed efficace di realizzare pezzi che documentano la povertà della condizione umana. Le sue opere con un taglio ironico e satirico trattano tematiche forti e crude. Ma manipolando abilmente i codici comunicativi della cultura di massa, Banksy traspone questi temi atroci in opere piacevoli e brillanti, in grado di sensibilizzare i destinatari sulle problematiche proposte e di trasformare il tessuto urbanistico delle città occidentali in luogo di riflessione. Grazie ad un tocco originale, semplice e coraggioso si può mandare un messaggio di verità e di speranza anche nei momenti di forte oscurità, e direi che tutti ne abbiamo bisogno ora più che mai.

 

Perciò sii gentile e abbi coraggio,
manda quel messaggio

 

 

Girl with balloon 2004-2005; serigrafia su carta, 76×56 cm. Collezione privata

Post a comment